Raster speciale NoReason

High Pit + Asino + Holy Swing + Folagra

Ingresso 5 euro

Sabato 11 Gennaio

21:00

High Pit è un progetto nato a Londra all’inizio del 2019 da una collaborazione tra Amedeo (Eat the Rabbit and Do Nascimiento) e Simone (Rainbow Island e Trans Upper Egypt). Suonano un misto di elettronica, psichedelia e ripetizione di pattern melodici lenti. La maggior parte della loro musica viene fatta dal vivo senza l’utilizzo di campioni, un misto di tecnologie digitali e analogiche gli consente loro fare un live set ogni volta diverso.

 

 

Gli Asino sono Giacomo “Jah” Ferrari (voce, batteria) e Orsomaria Arrighi (voce, chitarra). Il loro primo EP “Crudo” esce nel 2012 per fromSCRATCH records e segna fin da subito i tratti distintivi del duo: un cantato in italiano a metà strada fra irriverenza, nonsense ironici e saggezza popolare, il tutto urlato in faccia e sorretto da distorsioni grezze e pelli impazzite. Il flow è nervoso, compulsivo, immediato. Gli Asino possono essere descritti in tanti modi e con tante etichette, ma resta il fatto che lo spazio che si sono ritagliati è unico e a sé stante: è vero, possono essere punk nell’attitudine, noise nella forma o cantautorali nei testi, ma loro vanno oltre le etichette di genere, le sconvolgono e le riscrivono, forti anche di un live set incendiario e coinvolgente. Crudo viene acclamato dalla critica e il tour che ne segue dura due anni: due anni di suoni che ti prendono allo stomaco, di concerti in tutta Italia e di creazione del nuovo, attesissimo, EP. “Muffa” uscito sempre per fromSCRATCH ad ottobre
2014. “Amore”, in uscita nell’aprile 2018 e co-prodotto da una cordata di etichette indipendenti italiane, è il loro terzo album in studio e chiude la trilogia inaugurata nel 2012.

 

 

Gli Holy Swing sono una band di Bergamo formata da quattro amici. Nati come Hardship nel 2013, dopo un cambio di formazione e l’allontanamento dall’iniziale suono più post-hardcore, cambiano il nome del progetto in Holy Swing. L’ 8 novembre 2019 hanno rilasciato il loro primo album “To the burn and turn of time”, interamente autoprodotto e formato da nove canzoni che spaziano tra emo, folk e alternative rock e che rimandano a gruppi come Neutral Milk Hotel, Manchester Orchestra e Brand New.

Di chi hai bisogno?

mare culturale urbano

Via G. Gabetti, 15
20147 – Milano

Per informazioni e proposte artistiche
info@maremilano.org
+39 3318134754
Mar – sab dalle 10.00 alle 19.00.

Per affittare uno spazio
spazi@maremilano.org
+39 3245371260
Lun – ven dalle 10.30 alle 18.00

Ufficio stampa

Studio Giornaliste Associate BonnePresse
Gaia Grassi +393395653179
gaia.grassi@bonnepresse.it
www.bonnepresse.it

Ufficio stampa musica:

Parole & Dintorni
Ylenia Micaletto +393487704502
ylenia@paroleedintorni.it

LUDWIG – officina di linguaggi contemporanei

produce e cura la programmazione artistica di mare culturale urbano
officinaludwig@gmail.com

Dati societari

per informazioni
amministrazione@maremilano.org

mare food lab srl
Via Quinto Cenni, 11 – 20147 Milano (MI)
CF e P.Iva 10577000960

mare srl società benefit
Via Quinto Cenni, 11 – 20147 Milano (MI)
CF e P.Iva 08493680964

LUDWIG – officina di linguaggi contemporanei
Viale Piave, 38 – 20129 Milano (MI)
P.Iva 06360611211 – CF 95112440631

mare birre e cucina

Per informazioni ristorante e bar e prenotazione tavoli
birreecucina@maremilano.org
+39 3318134754
dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 22.00.

Questo sito usa Google Analytics per raccogliere dati sull'utilizzo, in modo da offrire un'esperienza utente sempre migliore. Cliccando su "accetto", permetti di abilitare il tracciamento delle tue interazioni su questo sito web. Potrai revocare il consenso in qualsiasi momento. Troverai l'impostazione dedicata nel pié di pagina di questo sito. Per saperne di più, leggi la nostra privacy e cookie policy