Switch Language

atto secondo 2015

come si suona una parata di quartiere? due workshop (15 e 25 settembre) all’interno del giardino dell’ex scuola L. Manara, finalizzati a formare una banda che ha guidato la parata del 27 settembre, durante la festa di quartiere

Il 28 settembre del 2014, in occasione della prima edizione della Festa in Borgo, Affacciamoci in Quarto, inaugurava R come Repubblica, una parata collettiva caratterizzata da un lungo stendardo composto di tante bandiere singole cucite insieme, che rappresentavano tutti i soggetti, singoli o associati, attivi nel quartiere.
Era il primo incontro tra mare culturale urbano e il quartiere di Quarto Cagnino, attraverso il lavoro di Cohabitation Strategies e Landscape Choreography, che ha dato corpo a relazioni che si stanno consolidando sempre più, nella costruzione di progetti di inclusione sociale e innovazione culturale.
Durante le fasi di preparazione della seconda edizione della Festa in Borgo 2015, è emerso il desiderio collettivo di mantenere l’elemento della parata come forma caratterizzante di quest’evento annuale.
Per questo, insieme agli abitanti di Quarto Cagnino, abbiamo deciso di lavorare sulla seconda edizione della parata con un nuovo elemento: la banda.
Anche quest’anno la costruzione del percorso si è svolta attraverso un workshop aperto a tutti e tutte e tenuto da un gruppo di artisti, in questo caso musicisti: i Figli di Pulcinella, con la collaborazione di Francesco Chiapperini.
Il progetto ha anche un’altra finalità, ambiziosa e ancora in divenire, quella di provare a costruire nel quartiere, a partire da quest’anno e grazie alla sinergia tra artisti, musicisti e associazioni locali, una Scuola Popolare di Banda.