Switch Language

cinema indipendente a mare

Conclusa la programmazione dell’arena estiva in cuffia, per non perdere la voglia di cinema, a partire da lunedì 18/09, tutti i lunedì sera alle ore 21.00 mare propone in collaborazione con alcune case di distribuzione indipendenti italiane, una serie di proiezioni (in sala) di titoli d’essai e documentari. Da settembre a dicembre i titoli sono quelli di WantedCinema, che porta in Italia pellicole raffinate, clandestine, fuori dal coro.

Costo del biglietto, posto unico 4,00 €
Abbonamento a 5 titoli, posto unico 17,50 €

I biglietti sono acquistabili in infopoint a mare da lunedì a venerdì, dalle ore 9.30 alle 18.30 e il lunedì a partire dalle ore 20.00, un’ora prima dell’inizio della proiezione.

Calendario proiezioni


lunedì 18 settembre, ore 21.00
Robert Doisneau – La lente delle meraviglie
di Clementine Deroudille
Francia – 2016 – 78’

Grazie a un ricco archivio di immagini inedite, interviste ai suoi amici, “complici” e rarissimi video di repertorio, Robert Doisneau – La lente delle meraviglie è lo straordinario ritratto di uno dei più grandi fotografi del XX secolo, noto per capolavori immortali come “Il bacio” e per un approccio profondamente umanista verso l’Arte. Il film racconta la sua vita da giovane ragazzo delle periferie fino a diventare una superstar della fotografia, mostrando tutta la sua determinazione a divenire il più grande “ritrattista della felicità umana”.


lunedì 25 settembre, ore 21.00
Dior & I
di Frédéric Tcheng
Francia – 2014 – 90’

Quando nella primavera del 2012 Raf Simons arriva a Dior ha esperienza nel pret à porter maschile. Il suo compito è quello di onorare la tradizione della storica maison, ma, allo stesso tempo, di innovarla in otto settimane. Nel film vediamo questa lotta contro il tempo e ci viene offerta la possibilità di entrare nel mondo di Dior, di osservare l’organizzazione interna e l’imponente staff che prepara una sfilata. Dior and I coglie l’eccitazione del backstage e di uno spettacolo cui si lavora fino all’ultimo secondo utile. Seguendo un mondo che per semplificazione si definisce effimero, è profondo nel rintracciare e condividere con l’osservatore la passione, la fatica e l’emozione connesse ad ogni creazione.


lunedì 2 ottobre, ore 21.00
Peggy Guggenheim: art addict
di Lisa Immordino Vreeland
Usa, Italia, Gran Bretagna – 2015 – 80’

Erede delle fortune della famiglia Guggenheim, Peggy è stata una figura centrale per il mondo dell’arte contemporanea: non solo collezionista di opere, ma anche di artisti. Peggy Guggenheim: Art Addict è un documentario sulla vita dell’icona dell’arte Peggy Guggenheim, basata sulla sua biografia. nella sua appassionante esistenza ha vissuto appuntamenti segreti, relazioni e matrimoni, e amicizie con personaggi come Samuel Beckett, Max Ernst, Jackson Pollock, Marcel Duchamp. Il film è anche un compendio delle correnti artistiche del ventesimo secolo, mescolate alla vita selvaggia e iconoclasta di una delle donne più potenti della storia dell’arte.


lunedì 9 ottobre, ore 21.00
Maurizio Cattelan: be right back
di Maura Axelrod
USA – 2016 – 90’

In un panorama artistico controverso, cangiante, sfuggente, il provocatorio artista Maurizio Cattelan ha fondato la sua carriera su opere ludiche e sovversive, che invitano alla riflessione sulla creazione artistica. L’ingresso ufficiale nel mondo dell’arte contemporanea e datato 2011, quando gli viene dedicata una importante personale al Guggenheim Museum di New York. Ma chi è Maurizio Cattelan? Il ritratto di Maura Axelrod cerca di svelarcelo attraverso le testimonianze della famiglia, degli amici, dei collezionisti, degli amanti dell’arte. Il film uscirà al cinema a maggio 2017 in oltre ottanta copie per un evento speciale.


lunedì 16 ottobre, ore 21.00
Nannerl – La sorella di Mozart
di René Féret
Francia – 2010 – 120’ / doppiato in lingua italiana

Allʼinizio del 1763, la famiglia Mozart segue e sostiene solo il piccolo prodigio Wolfgang. In realtà, anche la sorella Nannerl è estremamente dotata, ma rimane in ombra rispetto al fratello. Quando la ragazza incontra il delfino di Francia, decide di restare a Parigi e comporre per lui, mentre la famiglia natia si sposta a Londra per seguire la carriera del piccolo pianista. Il futuro re, tuttavia, cambia atteggiamento, dedicandosi sempre più allo sfarzo e alla vita dissennata. La giovane, in crisi, non può far altro che tornare nella famiglia dʼorigine e rimanere in ombra. Storia romanzata della sorella di Mozart, il film mette in luce il dramma di una ragazza divisa tra sogni e famiglia, offrendo uno scorcio veritiero sulla condizione femminile nel Settecento. La regia di Féret è accattivante e lʼautore francese ha voluto coinvolgere la propria famiglia in questo progetto (le due figlie interpretano Nannerl e la figlia del re).


lunedì 23 ottobre, ore 21.00
The Rolling Stones – Olé Olé Olé
di Paul Dugdale
Gran Bretagna – 2016 – 105’

The Rolling Stones – Olé Olé Olé segue il tour che gli Stones hanno compiuto nel 2016 in 10 Paesi dell’America Latina. Un road movie che celebra il potere rivoluzionario del Rock ’n Roll, tra performance elettrizzanti, spassosi backstage e un inedito ritratto del culto di cui gode la band tra i fan sudamericani. Con le performance live di (I Can’t Get No) Satisfaction, It’s Only Rock ’n Roll, Honky Tonk Women, Sympathy for the Devil, Paint It Black, Miss You. Diretto da Paul Dougdale, mago dei video musicali e regista per Lenny Kravitz, Ed Sheeran, One Direction, Coldplay, Adele e altri.


lunedì 30 ottobre, ore 21.00
David Lynch: the art of life
di Jon Nguyen, Rick Barnes, Olivia Neergaard-Holm
con David Lynch
Usa, Danimarca – 2016 – 90’

David Lynch ci accompagna con questo film in un intimo e personale viaggio nel tempo, raccontandoci gli anni della sua formazione artistica. Dall’infanzia nella tranquilla provincia Americana fino all’arrivo a Philadelphia, seguiamo le tappe del percorso che ha portato David Lynch a diventare uno dei più enigmatici e controversi registi del cinema contemporaneo. Originale miscela di immagini, musica ed estratti dai suoi primi film, “David Lynch: The Art Life” illumina gli oscuri meandri del suo mondo visionario, offrendo al pubblico la possibilità di comprendere sia l’artista che l’uomo. E’ lo stesso Lynch ad ammettere: “Penso che ogni volta in cui creiamo qualcosa, un dipinto così come un film, si parta sempre con tante idee, ma è quasi sempre il nostro passato che le reinventa e le trasforma. Anche se si tratta di nuove idee, il nostro passato le influenza inevitabilmente”. “David Lynch: The Art Life” ci invita a gettare uno sguardo allo studio del regista sulle colline sopra Hollywood, mentre Lynch racconta aneddoti dal proprio passato come fossero scene da un suo film. Strani personaggi emergono come ombre dalle pieghe del tempo, ma solo per scomparire ancora di nuovo, lasciando un segno indelebile sull’artista e su di noi. Grazie a “David Lynch: The Art Life” possiamo così scoprire le paure, le contraddizioni e gli sforzi che Lynch ha dovuto superare durante la propria carriera, incontrando le persone che hanno contribuito alla sua formazione. Appare così evidente che già da giovane Lynch vedeva il mondo in modo diverso, assimilandone le ombre e impiegando i propri sogni fino a creare gli affreschi visionari che hanno ipnotizzato il pubblico di tutto il mondo. Questo film è dedicato alla più giovane figlia di Lynch ed è concepito come un diario private da padre a figlia. Scostando il velo dall’icona, speriamo di avere svelato l’uomo David Lynch.


lunedì 6 novembre, ore 21.00
Enrico Rava. Note necessarie
di Monica Affatato
Italia, 2016 – 97’

Da Torino a New York, da Buenos Aires ad Atlanta, Enrico Rava ha plasmato il jazz contemporaneo degli ultimi cinquant’anni. Nel film assieme a colleghi e amici, ripercorre la sua vita salvata e modellata dall’incontro con la musica. Con il trombettista, le sue storie personali e gli incontri avvincenti dagli anni Sessanta fino ad oggi, Enrico Rava. Note Necessarie ci accompagna in un viaggio (non solo biografico) che attraversa il mondo del jazz, per scoprirne la forza di musica rivoluzionaria e il potere di arte liberatoria che si trasforma insieme con la società. Intessuto di musica e concerti (che sarà possibile ascoltare grazie alla magia avvolgente del Dolby Digital 5.1), materiali esclusivi e interviste a Carla Bley, Roswell Rudd, Michelangelo Pistoletto, Francesco Tullio Altan e tanti altri, arricchito da materiali rari – dal Gato Barbieri filmato da Pasolini alla presenza di Michel Petrucciani -, attraversato da riflessioni teoriche, il film conduce al nucleo segreto del jazz, ciò che lo rende un linguaggio di libertà, oltre che un genere musicale. È quella imprevedibilità dell’improvvisazione, che si conserva nella sua anima non scritta, ribelle, e al tempo stesso aperta e inclusiva. Come Enrico Rava ci ricorda: “Quando tutto funziona, è una democrazia perfetta, che solo il jazz può creare “.


lunedì 13 novembre, ore 21.00
Walk with me – Il potere della mindfulness
di Marc Francis, Max Pugh
USA, 2017 – 93’

Narrato dalla voce del candidato all’Oscar Benedict Cumberbatch Walk With Me è un viaggio nel microcosmo della comunità monastica del maestro Zen Thich Nhat Hanh, che insegna l’antica arte della meditazione buddhista oggi nota come Mindfulness. Realizzato nel corso di tre anni nel monastero in Francia, ma anche on the road negli Stati Uniti, il film racconta per la prima volta dall’interno la quotidianità di un monastero Zen del XXI secolo, nel quale un gruppo di occidentali dalle più diverse provenienze ha scelto di ricominciare a vivere impostando la propria vita su nuovi valori, capaci di aprire inedite prospettive spirituali. “È silenzioso e puro; contiene immagini e suoni che si traducono in una dimenticata concisione. Mi è piaciuto come i registi siano riusciti a catturare e trasmettere, cinematograficamente, lo stato a volte inspiegabile di essere risvegliato” – Alejandro González Iñárritu


lunedì 20 novembre, ore 21.00
Restare vivi: un metodo
di Hagers, Lieshout, van Brummelen
con Iggy Pop e Michel Houellebecq
Paesi Bassi, 2016 – 70’


lunedì 27 novembre, ore 21.00
Chuck Norris vs Communism
di Ilinca Calugareanu
Romania, Regno Unito, Germania, 2014 – 83’

Nel 1980, sotto il regime di Nicolae Ceauşescu, i romeni soffrirono non solo di uno scarso accesso ai beni esteri, ma di un blackout di informazioni che i burocrati comunisti utilizzarono per garantire la purezza ideologica. Così, a metà del decennio, migliaia di film di Hollywood furono contrabbandati in Romania attraverso un’operazione che raggiunse milioni di persone in tutto il paese. I film furono doppiati da una prima coraggiosa traduttrice la cui voce conquistò tutta la nazione, e diventò un simbolo di libertà. Le storie senza paura di eroi d’azione come Chuck Norris e Jean-Claude Van Damme catturarono l’immaginazione di ogni bambino. Per la prima volta la gente vedeva quello che era stato loro negato: supermercati pieni di cibo, le ultime mode, auto sgargianti e, soprattutto, la libertà. Un documentario sulla magia del Cinema e il suo potere di cambiare la vita delle persone.


La stagione autunnale di mare è realizzata


Scopri le prossime attività
Rimani aggiornata/o
Viaggia attraverso i progetti realizzati
Scopri via Novara 75


Per avere maggiori informazioni su mare culturale urbano:

  •  sale prova
  • percorsi di formazione
  • per affitto spazi e eventi
  • per tutto il resto c’è