Switch Language

Europa senza muri

mare culturale urbano aggiunge alla sua proposta di concerti classici Europa senza muri, la  nuova rassegna a cura di Lucia Martinelli, dedicata a giovani pianisti provenienti da tutto il mondo che faranno della loro musica lo strumento per abbattere le diversità.

Ingresso 5€

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI
Sabato 1 dicembre
alle ore 17.30
Ivan Moliboshka

J. S. Bach Preludio e fuga in Do minore
Scarlatti Sonata k27
L.V. Beethoven Sonata op.10 n.3
Gervasoni 3 brani tratti dal libro Pres
Tchaikovsky Dumka

Nato a Minsk nel 1997, Vanya Moliboshko inizia a studiare musica da piccolo e a soli nove anni debutta sulla scena. Dimostrato il suo talento e perfezionata la sua formazione, effettua tournée in Bielorussia, Svizzera, Germania, Russia e Italia. Ha vinto numerosi premi in concorsi pianistici internazionali e borse di studio, confermandosi un giovane talento musicale.


Sabato 19 gennaio
alle ore 17.30
Federico Medaglia Schonfeld

J.S. Bach
Preludio e fuga in Do maggiore
Preludio e fuga in do minore
Preludio e fuga in Do diesis maggiore
Preludio e fuga in do diesis minore.

 W.A. Mozart Sonata KV333
L.V. Beethoven Sonata op.13
F.Liszt Rapsodia Ungherese n 5
B.Bartok Suite op.14

Federico Medaglia Schonfeld, nato nel 2003, studia pianoforte da otto anni. Dal 2017 è allievo del M° Davide Cabassi presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza. E’ vincitore di diversi concorsi, nazionali e internazionali e si è esibito in varie città italiane e a Milano (Museo del Teatro alla Scala, Villa Simonetta, Auditorium Lattuada), in occasione di manifestazioni come Piano City, Notti Trasfigurate.

 

sabato 2 febbraio (concerto annullato)
alle ore 17.30
Ginevra Costantini Negri

D. Scarlatti Sonate K208 e K175
J. Haydn Sonata Hob. XVI
G. Rossini dai “Péchés de Vieillesse” – “Album de chaumière”, “Une pensée à Florence”
F. Chopin Scherzo n. 1 op. 20
A. Scriabin Studio n. 12 op. 8
F. Poulenc “XVème improvisation – Hommage à Edith Piaf”

Nata a Neuilly-sur Seine, Ginevra Costantini Negri ha studiato al Mozarteum nelle masterclass di Rolf Plagge e si è esibita in Stati Uniti, Francia, Austria, Svizzera e Malta, dove ha suonato in duo per la Presidente della Repubblica.  Nel 2018 è stata testimonial di Piano City Milano ed è stata la prima adolescente a incidere Rossini pianistico, il cd “ Il mio piccolo teatro privato – selezione dai Péchés de vieillesse“  ha ottenuto 5/5 stelle dalla rivista Musica ed è entrato nella top ten di i-tunes classica, nella top of the music, classifica generale di tutti i generi musicali ed è stato trasmesso dalle principali radio. Inoltre, nel 2017 ha suonato il glockenspiel al Teatro alla Scala per il concerto del Coro Voci Bianche dell’Accademia del Teatro, diretto da Bruno Casoni, coro con cui ha partecipato anche come solista a numerose produzioni e concerti – oltre 190 rappresentazioni – sotto la direzione di grandi Maestri come Muti, Jansons e Chailly.

 

Sabato 2 marzo
alle ore 17.30
Lena Stöckelle, Julius Ockert, Chiara Schimdt

Brahms – Sonata per clarinetto e pianoforte op. 120 n 2 in mib maggiore
Julius Ockert – clarinetto
Chiara Schmidt – Pianoforte

– Tornami a vagheggiar – G. C. Händel – Alcina
– Vedrai carino – W. A. Mozart – Don Giovanni
– Quando m’en vo – G. Puccini – La Boheme
– Ich bin verliebt – N. Dostal – Clivia
– Mein Herr Marquis – J. Strauß – Die Fledermaus

Soprano Lena Stöckelle
Pianoforte Chiara Schmidt

Franz Schubert: “Der Hirt auf dem Felsen” per clarinetto, pianoforte e soprano

Lena Stöckelle, di soli 20 anni, comincia a studiare canto all’età di 8 anni a Vienna e viene subito inserita in vari cori della città. Partecipa vari concorsi aggiudicandosi sempre i primi posti. Oltre a molteplici esibizioni con cori ha anche cantato come solista nella sala da concerto di Vienna. Lo scorso autunno si è esibita a Leo Falls “La rosa di Stambul” in un festival dell’operetta in Austria.

Julius Ockert, nato nel 1995 a Berlino ha iniziato gli studi del clarinetto a 7 anni continuando gli studi all’università di Weimar con il maestro Thorsten Johanns. Ora vive a Salisburgo dove studia con il maestro Andreas Schablas presso l’università Mozarteum. E’ membro dell’orchestra dell’accademia della NDR Elbphilharmonie Orchestre dal 2013.
Nell’ottobre 2018 ha vinto il terzo premio al concorso internazionale Franz Cibulka e ora suona come accademico nella Bayerische Staatsoper di Monaco.

Chiara Schimdt comincia a suonare dall’età di 7 anni al Conservatorio di Milano sotto la guida della maestra Anna Abbate. Durante l’ultimo anno ha studiato al Mozarteum di Salisburgo sotto la guida del maestro Rolf Plagge come studentessa Erasmus. Attualmente frequenta il corso di laurea Triennale in musicologia presso l’università di Vienna.
Frequenta diversi master con maestri di fama internazionale come Antoinette van Zabner e Vincenzo Balzani. Si esibisce da anni in numerosi Festival tra cui Piano City. Ha ottenuto primi e secondi premi in diversi concorsi pianistici nazionali ed internazionali.

_________________________________________________________ツ
come arrivare ☞ https://goo.gl/vutfVL


La stagione invernale di mare è realizzata: