Switch Language

balera e musica dal vivo

la balera, tra tradizione e modernità, e la musica live o diffusa di dopo andiamo al mare? hanno rallegarto l’estate in via F.lli Zoia 10, Milano

La programmazione musicale è stata curata da Stefano Ghittoni in collaborazione con Sangue Disken

/// martedì 4/8/2015 ore 19.00
Steeljammers in concerto
sono una band che suona esclusivamente bidoni del petrolio esausti e altre percussioni. fondata nel 2007, è composta da 15 giovani musicisti. hanno suonato in diversi festival, attraversando l’europa dalla Danimarca all’italia. Gli Steeljammers suonano CALYPSO e SOCA caraibiche rifacendosi alle sonorità di Trinidad e Tobago.

/// venerdì 7-14-21-28/8/2015 dalle ore 18.30 e sabato 19/09 ore 19.00
liscio ambrosiano su pedana con Claudio Merli sono pochissimi i luoghi a Milano in cui si può godere del liscio ambrosiano, pratica popolare che la stagione estiva di mare rimette in “pedana”. balli di altri tempi fanno volteggiare i corpi sotto le lucine da balera con la voce guida del musicista e cantautore Claudio Merli.

/// giovedì 03/09/2015 ore 19.00
sangue disken presenta I’m Not A Blonde
sono Chiara “Oakland” Castello (2Piegeons, Museo Kabikoff) e Camilla Matley. polistrumentiste e compositrici pubblicano a fine settembre 2014 “EP01”, primo di 3 EP a scadenza trimestrale contenenti 3 brani ciascuno, ironicamente chiamati 3P. le canzoni sono di matrice electro-pop, con influenze che partono dalla musica british anni 80, nelle ritmiche plastiche delle batterie, nei bassi e nei sinth. i riff di chitarra e la timbrica vocale spostano il sound verso il rock e gli anni 90, si possono sentire i Moloko in qualche istante per poi passare subito oltre fino ad arrivare ai Tune Yards di oggi.caratteristico è l’approccio della voce: ludico e sperimentale nel gioco di trasformarsi in altri strumenti, un basso, una percussione, dei fiati, o in altri cantanti con coretti e vocine strane. il loop, come cellula base catturata e ripetuta, è presente sia nella forma di scrittura che nel live dove diventa struttura fondante della performance. gli strumenti, posti su un tavolo centrale, sono suonati, registrati e rimandati. i brani sono costruiti così, con strutture semplici che si sovrappongono in un crescendo di strati e di suoni. Da ottobre ad oggi hanno suonato in apertura di Merchandise (4AD) al Biko, Summer Hearth alla Salumeria della Musica, e Olivia Louvel al Cassero a Bologna.

/// venerdì 04-11-18-25/09/2015 ore 19.00
comizi d’amore di e con Stefano Ghittoni
musica e dialoghi cinematografici trasposti, isolati, destrutturati per creare nuove forme emotive di ascolto

/// sabato 05/09/2015 dalle 20.30
ballo sociale con camilla e i morbidissimi
la band più morbida del nuovo millennio. musica delle migliori orchestre da ballo e non solo… dal valzer alla polka, dalla mazurka al tango, per danzare volteggiando o viaggiare stando fermi. sempre, sia chiaro, con morbidezza. una parte del repertorio: Mazurka di periferia, Reginella campagnola, Reginella, Romagna mia, Lupin (sigla finale), Battagliero, Tutto pepe, Amarcord, Tintarella di luna, Patricia, A media luz…
Camilla Barbarito: voce
Andrea Quattrini:  batteria
Alessandro Sicardi:chitarra
Arturo Garra:  clarinetto

/// domenica 06-20/09/2105
dalle 20.00 open Milonga a cura di Milano tango

/// giovedì 10/09/2015
inizio serata ore 19:00 sangue disken presenta Giorgieness
è il progetto della cantante e chitarrista Giorgia D’Eraclea, accompagnata dal batterista Andrea De Poi. Nato nel 2011, riscuote da subito un grande interesse, che la porta a condividere il palco con alcuni importanti artisti del panorama indipendente italiano, come Tre Allegri Ragazzi Morti, Morgan, Il Pan Del Diavolo, Fast Animals & Slow Kids e Paletti. Del 2013 l’EP d’esordio Noianess, prodotto da Luigi Galmozzi ed Andrea Maglia (Manetti!, Tre Allegri Ragazzi Morti). Con il 2014 Giorgia comincia a lavorare sul nuovo materiale, continuando ad affiancarvi un’attività live in costante crescita. Formazione Live 2015: Giorgia D’eraclea (chitarra/voce), Andrea De Poi (basso), Davide Lasalsa (chitarra) e Lou Capozzi (batteria).

/// sabato 12/09/2015
dalle 20:30 ballo sociale con mazz jazz dj e blue klein live
i Bluklein sono una realtà swing e manouche milanese attiva da tre anni, nata come quartetto ma che negli anni ha coinvolto diversi musicisti. la loro filosofia da busker li ha portati a suonare nelle strade di mezza Europa e di tutta Italia, affinando la tecnica e aprendosi a nuovi generi e stili. mazz jazz dj porta il progetto 1926-1946: THE SWING ERA SONG-BY-YEAR che sta girando l’Italia della primavera 2015 in collaborazione con alcuni blog e trasmissioni radiofoniche importanti per il Jazz e lo Swing italiano. Jazz per il popolo

/// domenica 13/09/2015
dalle 19 T.REX di Strasse + dj set con Palm Wine e Ubi Broki
T.REX – T.RAINING TO DANCE di Strasse / dalle ore 19.00
“T.REX è un riscaldamento della durata di trenta minuti in apertura di una festa, e ha lo scopo di preparare il corpo al ballo.
E’ un allenamento pubblico, aperto, ed esposto. quando finisce T.REX si inizia a ballare”
dj set a cura Ubi Broki e Palm Wine / dalle 22.00 alle 00.00

/// giovedì 17/09/2015
inizio serata ore 19:00 sangue disken presenta Cabeki
è una macchina musicale assemblata da Andrea Faccioli, chitarrista / compositore veronese. i suoi ingranaggi si muovono fra strumenti convenzionali e non, in una sequenza di ambientazioni sonore, dal Mississippi al Marocco, dal kraut al blues, dalla musica da camera e all’elettronica minimale. dopo molti concerti in tutta Italia, il 16 febbraio 2013 Cabeki approda a Radio Tre Rai, ospite del programma Piazza Verdi, per un’intervista e un breve concerto. con tre brani tratti da “Il Montaggio Delle Attrazioni (2011)” e “Una Macchina Celibe (2012)” partecipa alla colonna sonora del documentario del regista Angelo Poli “I Core, My Climbing Family”, il documentario sul climber e pluricampione di boulder Christian Core. all’età di nove anni ha iniziato a studiare chitarra classica, e dopo sette anni ha continuato autonomamente lo studio dello strumento, avvicinandosi anche allo strumento elettrico e folk. appassionato di macchinari ed effetti analogici e di strumenti meccanici, alla ricerca di timbriche e suoni, si circonda di strumenti come il banjo, la chitarra lap steel, cumbus (oud turco), mandriola (mandolino a 12 corde), bouzouki, e strumenti non convenzionali come l’ukelin, l’autoharp e la bell harp (strumenti americani dei primi del ‘900, derivati dal zither e dal salterio). progetti e collaborazioni: Cabeki (Tannen Records), Stefano “Cisco” Bellotti (ex voce dei Modena City Ramblers), Å (die schachtel records), Einfalt (El Gallo Rojo Records), Veronica Marchi, Francesco Magnelli e Ginevra Di Marco (CSI, PGR), Julie’s Haircut, Xabier Iriondo (Afterhours), Andrea Belfi, Tony Conrad, Rhys Chatham (Guitar Trio), Philip Corner, Damo Suzuki (Can), Lecrevisse, Il Generale Inverno ed altri.

/// venerdì 18/09/2015
dalle ore 22.30 Black Fanfare live con Demetrio Castellucci
Black Fanfare è lo pseudonimo dietro cui si cela Demetrio Castellucci. Dal 2004 ha cominciato a curare e a creare il tessuto sonoro dei Balli della Stoa di Cesena, scuola di movimento e pensiero, e ad elaborare un vero e proprio dialogo con il gesto coreografico, secondo il quale suono e movimento sono adagiati sullo stesso terreno. Ha fatto parte del gruppo Icon Icon, progetto di elettronica melodica e vocale. Black Fanfare, da esordi vicini all’ electro pop degli anni ’80 negli ultimi tempi ha espresso una sorta di originale neo primitivismo digitale unico nel suo campo. Dal 2007 Demetrio Castellucci è uno dei quattro membri fondatori di Dewey Dell, compagnia di danza, di cui lui è colonna sonora.
Nel 2008 ha creato RHOMBOIDE in collaborazione con il videomaker Claudio Sinatti. Ha all’attivo numerosi dj­set e progetti. E’ da poco disponibile in download gratuito il suo ultimo album 12Heads da www.blackfanfare.com

/// sabato 19/0/2015
dalle ore 19.00 liscio ambrosiano su pedana con Claudio Merli
sono pochissimi i luoghi a Milano in cui si può godere del liscio ambrosiano, pratica popolare che la stagione estiva di mare rimette in “pedana”. balli di altri tempi fanno volteggiare i corpi sotto le lucine da balera con la voce guida del musicista e cantautore Claudio Merli.

/// giovedì 24/09/2015
inizio serata ore 19:00 sangue disken presenta Captain Toke & The Line Oversteppers
musica cosmica americana da quattro milanesi invasati di west coast e Graham Parson. Captain Toke & The Line Oversteppers nascono nell’autunno del 2013 dall’incontro di musicisti provenienti da esperienze diverse, uniti da un obiettivo comune: quello di tornare il più possibile alle radici della musica psichedelica Americana. il sound della band è caratterizzato da un suono di chitarra robusto e in rilievo, dalla ricerca dell’armonia vocale, da un songwriting (anglofono) semplice e d’effetto e da una sezione ritmica outstanding (alla batteria Giacomo Fiocchi, già con Iori’s Eyes e ora con Sylvia).