Switch Language

radical soundscape

un progetto di attivazione urbana nel Quadrilatero di San Siro

a cura di Landscape Choreography

foto di Gaia Suelo Giani

con Anna Raimondo

in collaborazione con

Mamme a Scuola, Tutti Insieme, Mapping San Siro e ShareRadio

prodotto da

mare culturale urbano e Fondazione Cariplo

Il Quadrilatero è un complesso di edilizia popolare realizzato tra
il 1935 e il 1947, nel cuore del quartiere di San Siro. Molte delle
abitazioni sono di proprietà di Aler, azienda pubblica regionale,
e versano in uno stato di estrema indigenza. Il blocco è abitato
principalmente da persone e famiglie migranti, provenienti
dal nord Africa, dall’est Europa e dal sud est asiatico. Una fitta
rete di associazioni opera nel quartiere per far fronte ai bisogni
sociali e ricreativi degli abitanti. In questi ultimi mesi, Landscape
Choreography ha raccolto esigenze e desideri e progettato un
intervento insieme ai soggetti che operano nel quartiere, come
Mapping San Siro, Tutti Insieme, Alfabeti e Mamme a Scuola.
Operando nel quartiere, le associazioni hanno riscontrato che
il principale soggetto che vi abita sono le donne, il cui tempo è
assorbito dalla cura domestica e dall’accudimento dei figli. In via
B. Zamagna, da poco rinnovata e pedonalizzata, situata in mezzo
al Quadrilatero, c’è l’ex Omni, un edificio destinato a centro di
servizio e di socialità, abbandonato da 30 anni e di proprietà
di Aler. A partire da questi dati di contesto, si è deciso di avviare
una scuola per donne, ispirandosi alla conquista sindacale delle
“150 ore” lavorative, retribuite ad uso “scolastico”, e in particolare
all’esperienza di Affori, via Gabbro, dove un gruppo di donne negli anni ‘70,
insieme a Lea Melandri e altre femministe, decise di rivendicare
ed estendere l’iniziativa anche alle casalinghe.
Il 23 e 24 settembre 2017, davanti all’ex Omni, un’installazione restituirà il percorso fatto, ospitando cene, dibattiti e il progetto radio a cura di Anna Raimondo.