mare culturale urbano menu

Lab Around Classics – Thomas Umbaca

25 Settembre 2021

ore 11:00

classica

Thomas Umbaca, classe 1997, nasce e vive a Milano.

Si dedica e s’interessa fin da piccolo alla composizione e all’improvvisazione, due aspetti che con gli anni si evolvono in un unico linguaggio espressivo. Dopo studi classici presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, frequenta i corsi di pianoforte Jazz dove studia con importanti figure del panorama Jazz italiano tra cui Umberto Petrin, Antonio Zambrini, Tino Tracanna, Attilio Zanchi.

Nonostante la giovane età, ha avuto occasione di presentarsi per prestigiosi festival e rassegne tra cui PianoCity Milano, Roccella Jazz festival, Armonie d’Arte Festival, al Museo del ‘900 di Milano, al Castello Sforzesco di Milano, per Monza Visionaria di Musicamorfosi presso il Parco di Monza.

Partecipa con la Verdi Jazz Orchestra diretta da Pino Jodice a un concerto per la Rai dedicato alla Shoah e alla musica di Ennio Morricone. Recentemente è stato invitato a tenere un concerto presso l’Ospedale San Carlo di Milano, dedicato al personale medico impegnato nella lotta alla Pandemia.

 

Compone la colonna sonora per il film “Miriam – il diario” di Monica Castiglioni (2015) e per il documentario “Il Terribile Inganno” di Maria Arena (2021), distribuiti da Amazon Prime Video e Infinity. Nel 2019 vince il Premio speciale Hermès per giovani talenti al Concorso di PianoCity Milano dedicato a Renato Sellani, al quale partecipa con sue composizioni e suona all’ex Fabbrica Cova in occasione di Biennolo. Nel 2021 è vincitore assoluto del Premio Lelio Luttazzi nella categoria giovani autori pianisti presso la Casa del Jazz di Roma.

 

Around classics è un concerto dedicato alla musica nelle sue diverse forme, pensato come introduzione a un progetto più ampio che comprende la contaminazione del linguaggio pianistico e del rap. Partendo da brani o frammenti tratti dal repertorio pianistico scritto -principalmente barocco– Thomas Umbaca propone un percorso che si sviluppa attraverso la lettura e l’improvvisazione.

 

Così come avveniva con le composizioni stesse nel periodo in cui erano scritte, la musica assume colori diversi attraverso il gioco della rielaborazione istantanea, in questa occasione in un linguaggio contemporaneo che comprende il pianoforte nella sua interezza, ma anche la voce e una loop station.

 

Ingresso libero, prenotazione necessaria telefonando al numero 02.45071825 dalle 15 alle 22 oppure cliccando qui.