Switch Language

raster

la rassegna di musica a cura di Marco Manini riprende ogni giovedì con serate in collaborazione con etichette musicali indipendenti e gruppi della giovane scena culturale milanese, come 1977magazine, media partner che cura una serie di proiezioni durante i live.
Playlist RASTER Spotify

 Il programma della stagione autunnale 2017


giovedì 12 ottobre, ore 21.00
raster & the Submarine
a cura del sito d’informazione thesubmarine.it
proiezione di Viaggio sulla luna (Georges Méliès, 1902)
~
Younger and Better + Janaki’s Palace
Gli Younger and Better nascono a Milano nel 2012, anno in cui pubblicano il loro primo EP Last known surrenders a cui seguono Due nel 2014 e Take Care nel 2015. Spaziano dall’art rock all’elettronica con influenze sensibili degli anni ’80 per le ritmiche e le sonorità cupe: una musica graffiante, colorata e sporca, sintesi di ascolti stratificati negli anni. L’attuale formazione è composta da Dario Pruneddu, chitarra, synth, voce, Matteo Corradino, chitarra, Antonio Polidoro, batteria (on tour). Il primo album è in uscita nel 2017, con la produzione di Giuliano Pascoe (Droven, Pashmak).
Janaki’s Palace
, gruppo che si è formato a gennaio 2015, unisce sonorità soul e jazz al rock psichedelico. Lo scorso gennaio ha pubblicato la prima demo auto-prodotta, Youth (Facebook / Soundcloud / Instagram)


giovedì 19 ottobre, ore 21.30
raster & Costello’s Records presentano
a cura dell’etichetta discografica Costello’s
proiezione di The Great Train Robbery (Edwin Porter, 1903)
~
Qualunque (“Il Primo Lunedì Dell’Anno” – Release Party) + secret concert ????????

“Ciao, hai presente quando non ti senti in grado di fare qualcosa e quando lo fai credi di non aver fatto comunque nulla di che? Hai presente no, il cervello che ti ostacola e che ti pone come una merdina cagata nel mondo condannata a non farcela mai… lo so che ce l’hai presente. Se hai capito i 2 punti prima sei pronto ad ascoltarmi, ho già fatto un EP visionario e un disco degno del peggiore pessimismo leopardiano. Ho suonato in giro per le sedie e davanti a grandi folle. Tutto questo ha cambiato le cose ed evoluto il mio progetto, ma una cosa non è mai cambiata: Qualunque è Luca e Luca è un ragazzo Qualunque.”
Il Primo Lunedì Dell’Anno è un disco di rinascita, prodotto da Costello’s Records. Rinascita dal pessimismo cosmico che ha sempre accompagnato la mia vita. Forse, e dico forse, e ci metto ottomila mani davanti… dicevamo, forse è possibile che le cose vadano bene, forse si può anche stare bene. Non so, io ancora non ci sono riuscito, ma intravedo delle possibilità. Ovviamente il panico non mi abbandonerà mai, ma probabilmente è possibile conviverci e passarci dei momenti piacevoli insieme. Tipo organizzare un picnic al parco con le tue paranoie. Questo disco parla di queste cose.
Produzione Artistica: Davide Lasala / Registrato e Mixato presso Edac Studio di Fino Mornasco da Davide Lasala e Andrea Fognini /  Master: Andrea Bernie De Bernardi (Eleven Mastering)  / Artwork: Alessandro Ripane  / Voce: Luca Milani /  Batteria: Luca Stignani  / Basso: Vittorio Massa  /  Chitarra: Carmine Esposito / Chitarre aggiuntive: Davide Lasala  / Wurlitzer, organo e percussioni: Davide Lasala /  Synth: Carmine Esposito e Davide Lasala
Line Up: Qualunque – voce, chitarra; Carmine – chitarra, cori; Gabriele – basso, cori; Thomas – batteria. 


giovedì 26 ottobre, ore 21.30
raster 4 arts
proiezione di Tempi Moderni (Charlie Chapline, 1932)
~
Cult of magic / Le Serpent Rouge+ Gaia Ginevra Giorgi  e Sysiphus
performance di danza, teatro e musica + reading poetico

Le Serpent Rouge, di Samira Cogliandro e Francesco Sacco, con Samira Cogliando, Alice Cheophe Turati e Giada Vailati.
In un susseguirsi di visioni tra l’onirismo e la realtà,  con la composizione “Cult of Magic – :O” di Francesco Sacco, uscita a settembre, in cui strumenti acustici sono ibridati da sintetizzatori modulari, sequencer, oscillatori analogici, arpeggiatori e theremin, la performance porta in scena attraverso gesti, movimenti e coreografie il racconto 
LE SERPENT ROUGE – NOTE SU SAINT GERMAIN DES PRES E SAINT SULPICE DI PARIGI, di Pierre Feugere, Louis Saint-Maxent, Gaston De Koker del 1967, un breve libro di chiaro carattere iniziatico.

La mattina del 18 Gennaio 1967 tre uomini vengono trovati morti nei loro appartamenti, suicidi. Il giorno precedente era stato pubblicato a Pontoise e depositato alla Bibliothèque Nationale de France “Le Serpent Rouge”. I tre suicidi sono gli autori. Lo scritto è diviso in tredici capitoli, ciascuno titolato con il nome di uno dei segni zodiacali, ai quali viene aggiunto il segno del Serpentario; contiene essenzialmente descrizioni di luoghi e personaggi, citazioni, allusioni alla chiesa di S. Sulpice e a quella di Rennes-le- Chateau (un paesino dell’Aude), dedicata a Maria Maddalena. Quest’ultima è stata a sua volta teatro di vicende inusuali: alla fine del secolo precedente l’Abate Bérenger Saunière ristruttura la cripta della chiesa, e tutto ciò che si sa per certo è che rinvenga durante i lavori dei rotoli di pergamena. Da quel ritrovamento in poi Saunière ha inspiegabilmente ricevuto nel piccolo paese di Rennes-le-Château ospiti di grande rilievo, fra i quali Debussy, Jean Cocteau e altre celebrità sue contemporanee legate al mondo dell’occulto. Il sacerdote che ha celebrato l’ultima confessione dell’abate Saunière ha rifiutato di concedergli il perdono e i sacramenti. All’interno del testo di “Le Serpent Rouge” vi è poi espressamente citata un’ epigrafe che appare nel quadro “I Pastori di Arcadia” del pittore Nicolas Poussin. Il quadro raffigura chiaramente la vista che si ammira dal colle su quale è collocata la chiesa di Rennes-le-Château, e l’epigrafe posta sulla pietra tombale rappresentata nel quadro recita: ET IN ARCADIA EGO (ed io, nell’Arcadia) un cui possibile anagramma è I! TEGO ARCANA DEI (vattene! Custodisco i segreti di Dio).

IL CAST Francesco Sacco (francesco-sacco.com) inizia privatamente lo studio della chitarra classica all’età di sette anni, proseguendo poi, dopo gli studi conservatoriali, con lo studio della musica blues sotto la guida dei maestri Frank Gambale e Beppe Gambetta, approcciando infine la musica elettronica e la composizione software pur mantenendo un forte legame con le proprie radici musicali. Attualmente è compositore, sound designer e giornalista freelance per Rolling Stone Italia. Ha lavorato con registi e coreografi fra i quali Susanna Beltrami, Samira Cogliandro e Diego Tortelli in qualità di direttore musicale e compositore, come sound designer collabora invece con brand di moda e design fra cui Marni, del quale cura da freelance la parte musicale degli eventi speciali. Samira Cogliandro inizia il suo percorso professionale presso “Dancehaus – Accademia Susanna Beltrami”, percorso triennale che le permette di perfezionarsi in tecnica contemporanea e teatro-danza. Nel 2013 consegue il diploma e inizia a lavorare presso la “Compagnia Susanna Beltrami”, prendendo parte dal 2013 ad oggi a tutti gli spettacoli diretti dalla coreografa Susanna Beltrami in qualità di danzatrice solista e performer. Implementa poi il suo percorso creativo grazie a “Body and Light 2.0”, collaborazione tra Dancehaus e IED – Istituto Europeo del Design, occasione che le favorisce l’approccio alla coreografia e alla composizione contaminando danza con altri ambiti di sperimentazione come video arte e light design. Dal 2016 è inoltre entrata a far parte dell’organico dei docenti di Dancehaus in qualità di insegnante di tecnica contemporanea e tecniche d’improvvisazione. Alice Cheophe Turati e Giada Vailati sono due danzatrici professioniste diplomate presso l’accademia “Dancehaus -Accademia Susanna Beltrami.

Gaia Ginevra Giorgi (classe 1992) si è laureata in Filosofia all’Università di Torino, città dove attualmente vive e scrive. Nel 2016 pubblica “Sisifo” (Alter Ego Edizioni), suo esordio poetico e allo stesso tempo performance sonorizzata itinerante. Viene selezionata dalla piattaforma europea di poesia giovane “Versopolis”, grazie alla quale partecipa a diversi Festival Internazionali, come quello di Istanbul e Sibiu. Tradotta in inglese, turco, romeno e spagnolo, nel 2017 pubblica “Manovre segrete” (Interno Poesia) e realizza il suo primo lavoro di videopoesia. Si è esibita come poeta performativo sia in Italia che all’estero.  Sysiphus è un progetto che nasce con l’intento di studiare il suono nelle sue più diverse sfaccettature: dalla fisica all’antropologia, fino alla filosofia, mettendo il field recording aereo e subacqueo in relazione con i sintetizzatori contemporanei. Collabora con altri artisti curando la drammaturgia sonora e l’orchestrazione ambientale di istallazioni e spokenword. Dal 2016 sonorizza i testi e le performance di Gaia Ginevra Giorgi. 


giovedì 2 novembre, ore 21.30

SWAG NIGHT primo tributo mondiale a Bello Figo
proiezione di 81⁄2 (Federico Fellini, 1963)
~
SWAG NIGHT, cover di Bello Figo
con Walzer e la sua band


giovedì 9 novembre, ore 21.30

proiezione di Ultimatum alla Terra (Robert Wise, 1951)
~
In.versione Clotinsky
+
Irene Maggi
+
Sessione di Live Painting con 
ON GIN

Sospeso fra pop e musica indipendente, suggestioni orchestrali e pattern poliritmici,“Tank Girl” è l’esordio solista di Irene Maggi, in uscita per il prossimo ottobre: un disco contemporaneamente introspettivo e apertissimo, di facile ascolto ma difficile comprensione, solare come un musical di Broadway ma denso come un’opera orchestrale. Un lavoro strettamente autobiografico in cui la voce cristallina di Irene racconta la fine di una relazione, divisa fra la noia bruciante del reale e l’immaginazione come gesto supremo, creativo, creatore e liberatorio. Interamente arrangiato e prodotto dal compositore Francesco Sacco, che con le sue direzioni musicali ha solcato i palchi di alcuni fra i maggiori teatri di sperimentazione di Milano, “Tank Girl” è un prodotto fresco ma con radici antiche, che racconta drammi universalizzabili con un approccio giocoso; accosta suoni acustici ad altri sintetici, soffici archi a spietate drum machine, componendo la sua narrazione in un tripudio di accostamenti inaspettati.

Registrato e mixato da Giacomo Zambelloni.
Prod. artistica: Francesco Sacco (https://francesco-sacco.com/)  


giovedì 16 novembre, ore 21.30
raster & RC WAVES
a cura dell’etichetta discografica RC WAVES
proiezione di Dracula (Karl Freund,1931)
~
Deux Alpes + eego&arua


giovedì 23 novembre, ore 21.30
raster cantautorato
proiezione di Estate Romana (Matteo Garrone, 2001)
~
Ragghianti + Bonetti


giovedì 30 novembre, ore 21.30
raster 4 Rap
rap e live music
proiezione di Metropolis (Fritz Lang, 1927)
~
Ganoona


La stagione autunnale di mare è realizzata


Scopri le prossime attività
Rimani aggiornata/o
Viaggia attraverso i progetti realizzati
Scopri via Novara 75


Per avere maggiori informazioni su mare culturale urbano:

  •  sale prova
  • percorsi di formazione
  • per affitto spazi e eventi
  • per tutto il resto c’è